Marcello Trentini Istituto Politecnico

Istituto Politecnico Incontra: Marcello Trentini

Pubblicato il 27 Febbraio 2019 Categoria: Sede: Grumello del Monte

Gli studenti del percorso Chef di Istituto Politecnico hanno avuto l’onore di assistere ad una lezione di Marcello Trentini, chef stellato torinese che gestisce il ristorante Magorabin insieme alla moglie. Durante la mattinata, Trentini ha dimostrato la sua personalità vulcanica: mentre prepara due piatti, l’AnatraMarengo e il Vitello&Tonno19, gesticola e cammina avanti avanti e indietro per tutta la cucina, interagendo con i nostri studenti che lo guardano affascinati, probabilmente anche per via del look, caratterizzato da lunghi dreadlocks arrotolati sulla nuca.

Diplomato in Belle Arti, lo chef Marcello Trentini è cresciuto con la voglia di fare il cuoco: già all’asilo, dice, ne era convinto. A 18 anni comincia come sguattero, poi in 15 anni lavora in tanti ristoranti di tutto il mondo, facendo di tutto. Nel 2003 apre il suo locale, a Torino, lo chiama “Magorabin” (l’uomo nero delle fiabe, quello che spaventa i bambini), affiancato dalla moglie Simona, che sta in sala. Chef innovatore, membro dei Jeunes Restaurateurs d’Europe, si fa portatore di una filosofia culinaria personalissima e ricca di sorprese:  “La cucina è arte. Nei miei piatti c’è il rigore della composizione sinfonica e la fantasia dell’improvvisazione del jazz. Alcune ricette si possono replicare in modo empirico, altre meno per una semplice mancanza di strumentazione. L’invenzione resta unica, l’interpretazione può essere varia“.

A tal proposito, ecco la storia del piatto “Vitello&Tonno19“, servito durante la lezione.

Lo chef Trentini racconta: “Il vitello e il tonno. Meno pesante e più digeribile del tradizionale vitello tonnato. No alla carne bollita che diventava stopposa e no alla salsa fatta con il tonno in scatola e la maionese. L’idea è di prendere del tonno crudo e marinarlo. Per cuocere a casa in modo uniforme il girello di vitello bisogna chiuderlo in un sacchetto per surgelati e introdurlo nell’acqua bollente. Dopo aver spento il fuoco, lo si lascia immerso per almeno 10 ore. A questo punto si assembla il piatto con il tonno crudo, il girello tagliato sottile, le erbette fresche, i capperi e le acciughe“.

Infine, dopo quasi due ore di storie di vita e di cucina, l’AnatraMarengo e il Vitello&Tonno19 sono pronti e giunge così il tanto desiderato momento della degustazione, preceduto da una serie di scatti in pieno stile food-photography da parte dei nostri ragazzi. Lo chef Marcello Trentini ha poi salutato gli studenti con un selfie di gruppo e concludendo con queste parole: “Leggete più che potete, perché la cultura è importante. E poi ascoltate tanto rock’n’roll!”

Ringraziamo dunque lo chef per la disponibilità e per aver accettato l’invito di conoscere i nostri studenti, proposto dalla nostra docente Giulia Ubaldi.

Sfoglia la fotogallery

Altre news dal nostro blog

News
Grumello del Monte
22.02.2019

Grafica, Letteratura, Comunicazione: un progetto interdisciplinare

Istituto Politecnico è sempre alla ricerca di forme non convenzionali per l’educazione dei propri studenti: per questo le materie e gli insegnamenti dialogano sempre tra loro. Partiamo dalla teoria per arrivare alla creazione di un prodotto. Istituto Politecnico è anche questo. Capita così che da una lezione di letteratura sulle favole si arrivi in laboratorio di[…]

Leggi tutto
News
Grumello del Monte
20.02.2019

TUNED: il magazine dei ragazzi

“Per essere sintonizzati sulle stesse frequenze, per guardare il mondo, interrogarlo e lasciare una traccia fatta di disegni, parole, fotografie, pensieri e linee che formano un sentiero da percorrere insieme per capire chi siamo e dove andiamo.” Queste le parole del primo editoriale curato dal professore di lettere, giornalista e collaboratore del Corriere della Sera[…]

Leggi tutto